Premio Pinocchio di Carlo Lorenzini 2011

Giuria

Alessandro Savorelli, Presidente
Cristina Acidini, Monica Baldi, Andrea Barducci, Antonia Ida Fontana, Giuliano da Empoli, Fabrizio Guarducci, Nicoletta Maraschio, Paolo Penko.

Elenco dei premiati

MASTRO GEPPETTO   Artigianato / Impresa / Commercio Ferruccio Ferragamo
GRILLO PARLANTE     Sapere / Scienza / Cultura / Critica Monica Bietti
MANGIAFOCO          Cinema / Spettacolo / Teatro / Televisione Fabio Baronti
GATTO E VOLPE      Ambiente / Dialettica Dario Nardella
ALBERO DEGLI ZECCHINI   Economia / Finanza     Maria Assunta Accili
FATA TURCHINA              Moda / Arte / Collezionismo Fabio De Poli
OSTERIA GAMBERO ROSSO   Ristorazione / Accoglienza / Nutrizione  Luciano e Ricciardo Artusi
PAESE DEI BALOCCHI        Gioco / Divertimento / Creatività  Paolo Favi
PESCE - CANE          Sport / Vittorie                Renato Di Rocco
COLOMBO                       Mecenatismo   Giovanni Gentile

Dettagli

MASTRO GEPPETTO   Artigianato / Impresa / Commercio Ferruccio Ferragamo
premiato da Fabrizio Guarducci (Presidente Istituto Lorenzo de Medici - membro giuria)
Ferruccio Ferragamo, Presidente dell’azienda Salvatore Ferragamo, proseguendo la strada intrapresa dal padre Salvatore, uno dei più influenti designer di calzature del XX secolo per le sue creazioni fatte a mano dallo stile inconfondibile, ha saputo con particolare sensibilità e dedizione rinnovare una impresa storica della città di Firenze, investendo nella produzione di alta qualità e ampliando l'offerta e la distribuzione dei prodotti, tutti rigorosamente di fabbricazione italiana. Ferruccio Ferragamo, insieme alla sua famiglia, ha contribuito a far conoscere ed esaltare il “Made in Italy” in tutto il mondo, attraverso un'artigianalità che progetta e si rinnova in un sapiente connubio fra arte e moda. Di particolare valore è il Museo Salvatore Ferragamo, dedicato all'opera del fondatore, dove si svolgono esclusivi eventi culturali e vengono conservate, tra l'altro, le forme delle scarpe create per molti personaggi celebri.
   
GRILLO PARLANTE     Sapere / Scienza / Cultura / Critica Monica Bietti
premiata da Cristina Acidini (Sovrintendente al Polo Museale Fiorentino - membro giuria)

Monica Bietti, Direttore, dal 2004, del Museo delle Cappelle Medicee e del Museo di Casa Martelli e del Museo del Cenacolo di Ognissanti, ha curato importanti mostre e manifestazioni scrivendo, altresì, molti saggi sulla storia dell'arte e sui restauri. Storica dell’Arte, ha lavorato nella Soprintendenza ai Beni Artistici di Bologna e di Firenze e, nell’espletare le sue attività professionali, ha posto particolare attenzione agli aspetti di comunicazione e ai rapporti internazionali. Nel 2006 è stata la curatrice di “Pinocchio a Palazzo Pitti” che, attraverso un percorso iconografico enormemente ricco e vario, ha esposto le illustrazioni pubblicate in varie edizioni pervenute alla casa editrice fiorentina Giunti. La mostra dedicata a Pinocchio e allestita nella Galleria d’Arte moderna ha avuto un grande successo di pubblico e di estimatori.

   
MANGIAFOCO          Cinema / Spettacolo / Teatro / Televisione Fabio Baronti
premiato da Alessandra Maggi (Presidente Istituto degli Innocenti)
Fabio Baronti, attore di teatro, creativo interprete della Compagnia delle Seggiole che è nata dall’incontro di attori provenienti da varie città toscane e con esperienze pluriennali nel settore teatrale. Una Compagnia che è solita attuare delle scelte artistiche singolari, realizzando spettacoli affidati alla parola e alla forza dell’attore, con la predilezione di scenografie scarne consistenti per lo più in semplici sedie. Fabio riesce a coinvolgere il pubblico con particolare emozione e sensibilità in percorsi e itinerari che hanno solitamente come scenari suggestivi ambienti reali. Gli spazi rivivono epoche passate e i personaggi da lui interpretati sembrano non avere subito alterazioni dalla storia e dai secoli trascorsi. Ogni luogo storico ha i propri segreti che vengano raccontati dall’attore passando dai corridoi, dalle stanze e dai meandri più inaccessibili. Ha interpretato, assieme ai suoi, più volte con passione e professionalità, i personaggi delle “Avventure di Pinocchio” e si è esibito in molti ambienti fiorentini con letture e aneddoti sul noto burattino di legno.
   
GATTO E VOLPE      Ambiente / Dialettica Dario Nardella
premiato dal Marchese Lionardo Ginori Lisci (Presidente Onorario Associazione)
Dario Nardella, Vicesindaco di Firenze dal 2009, con deleghe Sviluppo Economico, Lavoro, Bilancio e Sport, docente universitario, ha mostrato nello svolgimento della sua attività politica una spiccata sensibilità ai problemi della cultura e delle tradizioni fiorentine anche per vocazione e formazione (è diplomato in violino al Conservatorio). Ha sostenuto attivamente il patrocinio delle iniziative dell’Associazione “Pinocchio di Carlo Lorenzini”, promovendo tra l’altro Pinocchio a mascotte dei campionati mondiali di ciclismo che si terranno in Toscana nel 2013. Nel quadro della riqualificazione ambientale e urbanistica di San Lorenzo, si è occupato in prima persona del progetto di ristrutturazione del Mercato Centrale, destinato a divenire il volano del rilancio della vita culturale nell’area oggi più degradata del quartiere. In particolare, ha proposto, in occasione del 130° anniversario della pubblicazione della prima puntata di Pinocchio, l’intitolazione a Carlo Lorenzini del piano superiore del Mercato, cogliendo con chiarezza le potenzialità culturali, educative, promozionali e turistiche dello storico burattino.
   
ALBERO DEGLI ZECCHINI   Economia / Finanza     Maria Assunta Accili
premiata da Andrea Barducci (Presidente della Provincia di Firenze - membro giuria)
Maria Assunta Accili, Ministro Plenipotenziario dal 2004, ha svolto gran parte della sua attività diplomatica fra il Ministero degli Esteri, a Roma, e le Ambasciate di Rabat (Marocco), Pechino (Cina), Islamabad (Pakistan) e in qualità di Capo della Delegazione Diplomatica Speciale a TAIPEI (Taiwan), dal 2003 al 2007, ha contribuito attivamente a rafforzare le relazioni politico-diplomatiche e commerciali dell’Italia con i paesi asiatici. Proprio per le sue raffinate qualità diplomatiche, la sua brillante capacità operativa e la sua conoscenza della politica, della cultura e dell’economia dell’estremo oriente, nel 2007 le viene affidato l’incarico di Segretario Generale del Commissariato di Governo per l’Esposizione Universale di Shanghai del 2010. Qui contribuisce attivamente al grande successo dell’Italia promuovendo la qualità della nostra eccellenza italiana e favorendo incontri diplomatici, commerciali, politici e culturali con le massime autorità locali e internazionali. Madrina di Pinocchioworld, ha sostenuto l’iniziativa all’Esposizione Universale permettendo così il grande successo, di pubblico e di stampa, del Laboratorio di Pinocchio che ha avuto oltre 40.000 visitatori giornalieri e la partecipazione di artisti, associazioni e imprese.
   
FATA TURCHINA              Moda / Arte / Collezionismo Fabio De Poli
premiato da Renato Coppola (Presidente Comitato Istituzionale Associazione)
Fabio De Poli è uno dei più brillanti artisti “pop” italiani di seconda generazione. Aderendo a modelli coloristici che si richiamano volutamente ai grandi classici otto-novecenteschi, come Matisse, disegna pannelli e illustrazioni di grande effetto cromatico, attraverso l’uso affascinante dalla carta, dalle forbici, dai materiali ‘poveri’, di racconti fatti di ‘silhouette’. “Il mio primo libro di Pinocchio”, del 2006, è uno dei più convincenti e innovativi omaggi al burattino tra gli illustratori contemporanei. I personaggi, sono ritagliati nel colore, e scanditi in un ritmo narrativo di grande suggestione: l’opera, dedicata ai bambini più piccoli, quasi come una introduzione a Pinocchio, si adegua all’idea della creatività del mondo infantile, con i colori vivi del disegno, i vuoti e pieni, quasi gestaltici, delle carte. Spigoli, linee e torsioni dinamiche del collage, diventando ombra e controluce, effetto ottico e realtà materiale e tattile, danno luogo a una pittura sapiente, benché apparentemente minimalista.
   
OSTERIA GAMBERO ROSSO   Ristorazione / Accoglienza / Nutrizione  Luciano e Ricciardo Artusi
premiati da Sara Pagliai (Coordinatore Agenzia Nazionale LLP Italia/UE)
Luciano e Ricciardo, titolari dell’azienda alimentare Artusi, padre e figlio eredi di Pellegrino Artusi, hanno voluto proseguire la cosiddetta filosofia Artusiana nella loro attività, proponendo prodotti tipici della nostra terra, legati alla cucina e cari allo stile di vita e di lavoro del loro noto antenato. La loro produzione è frutto di passione e ricerca di prodotti genuini nel rispetto della natura e in armonia con essa offrendo ricette e oggetti che trasformano in “arte” la cucina. È il risultato di esperienze letterarie e gastronomiche che si combinano per ripresentare la migliore tradizione culinaria, nell'espressione delle memorie legate a Pellegrino, che, oltre un secolo fa, seppe raccogliere in circa ottocento ricette, ancora attuali e diffusamente utilizzate, la sua esperienza gastronomica. L’apertura della sede Artusi a Firenze, denominata "salotto cultural-gastronomico", ha dato un significativo impulso anche alla vita culturale della città. Un luogo dove è possibile trovare prodotti e oggettistica per la cucina e dove vengono organizzati eventi, incontri e presentate pubblicazioni, finalizzate alla promozione e al ricordo del illustre antenato Pellegrino, letterato e gastronomo, specialmente in questo anno "Artusiano" nel quale ricorre il 100° anniversario della morte. Recente è la pubblicazione del libro "A tavola con gli Artusi" 120 anni dopo La Scienza in cucina e l’Arte di mangiar bene, Edizioni Sarnus, che, oltre ad illustrare, con dovizia, tipiche ricette per la preparazione di gradevoli piatti, aggiunge un tocco personale di gustosa e aneddotica storia fiorentina e toscana.
   
PAESE DEI BALOCCHI        Gioco / Divertimento / Creatività  Paolo Favi
premiata da Antonia Ida Fontana (Presidente Comitato Scientifico Associazione - m. giuria)
Paolo Favi, attivo a Firenze dagli anni Cinquanta, si è collocato inizialmente in un ambito realista-impressionista, per aderire, attraverso un lungo percorso di ricerca, scandito anche dall'incontro e dall’amicizia con Vinicio Berti, all’astrattismo tipico delle avanguardie fiorentine. La sua presenza nel quartiere di San Lorenzo, che lo annovera tra le più stimolanti figure intellettuali e artistiche, e dove ha ancora sede il suo atelier, lo ha condotto anche a interessarsi della figura di Pinocchio e dell’opera di Lorenzini, che da anni si è posta progressivamente al centro della sua originale poetica: a partire dalla mostra Omaggio a Pinocchio, del 1981, fino alla realizzazione, nel 1990, del libro "triangolare" Pinocchio, presentato da Andrea del Guercio presso il Museo Marini di Firenze nel 1991 e l'anno successivo presso la Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze. Le sue istallazioni pinocchiesche - di grande effetto cromatico, ma realizzate spesso con materiali di recupero sapientemente assemblati e dense di riferimenti alla cronaca e alla cultura contemporanea - punteggiano da anni con successo, in una dimensione internazionale le iniziative fiorentina dedicate al burattino.
   
PESCE - CANE          Sport / Vittorie                Renato Di Rocco
premiata da Paolo Padoin (Prefetto Provincia di Firenze)
Renato Di Rocco, Presidente della Federazione Ciclistica Italiana dal 2005, oltre ad attuare una profonda ristrutturazione dell’organizzazione e della gestione amministrativa, ha ricostruito le basi strutturali nei vari settori operativi anche a livello internazionale. Ha firmato accordi con il Ministero dell'Ambiente a favore della mobilità ciclistica e con il Ministero della Pubblica Istruzione con il progetto "Più sport a scuola". Ha promosso la bicicletta come stile di vita con progetti dedicati ai più giovani: Vivibikes, Velothon, Pinocchio in bicicletta. Un'iniziativa nata dall'intuito di Franco Ballerini che intende, attraverso la fiaba di Pinocchio, riscoprire i valori e stimolare la crescita competitiva con se stessi, così nello sport, come nella vita. Nell'attività agonistica i risultati sono stati molto positivi: il ciclismo italiano è riuscito a conquistare sempre la medaglia d’oro ai campionati mondiali. Tre volte consecutive Vittoria Mondiali Ciclismo Uomini 2006: (Salisburgo, Austria, Paolo Bettini), 2007 (Stoccarda, Germania, Paolo Bettini) e 2008 (Varese, Italia, Alessandro Ballan). Vittoria Mondiali Ciclismo Donne 2007 (Stoccarda, Germania, Marta Bastianelli), 2009 (Mendrisio, Svizzera, Tatiana Guderzo), 2010 (Geelong, Australia, Giorgia Bronzini) e 2011 (Copenaghen, Danimarca, Giorgia Bronzini).
   
COLOMBO                       Mecenatismo   Giovanni Gentile
premiata da Monica Baldi (Presidente Associazione - membro giuria)
Giovanni Gentile è Presidente della Banca Federico Del Vecchio. Ha fondato la Casa Editrice LE LETTERE di cui è Presidente. Ricopre anche la carica di Presidente della LICOSA, società che è divenuta, sotto la sua guida, l’azienda leader italiana del settore e una delle più importanti realtà europee. È stato Presidente di Confindustria Firenze dal 2007 al 2011. Il suo impegno nel mondo della cultura e dell’economia lo ha portato a ricoprire prestigiosi incarichi in enti e in consigli di amministrazione con successo e ottenendo straordinari risultati. In qualità di Presidente del Florens 2010 ha contribuito a realizzare un nuovo modello di sviluppo centrato sui beni culturali e ambientali. È riuscito a creare un vero e proprio laboratorio internazionale di confronto su economia, arte e cultura che ha rappresentato la leva giusta per riconsiderare le scelte politiche attraverso piani di sviluppo sostenibili che considerino il nostro straordinario patrimonio culturale quale volano per l’economia specie rispetto al turismo e alle imprese di eccellenza.