Chi Siamo • Finalità

L’Associazione Culturale Pinocchio di Carlo Lorenzini intende studiare e promuovere l’autore fiorentino di “Le avventure di Pinocchio” - il libro più tradotto al mondo dopo la Bibbia e il Corano - con l'individuazione di percorsi storici che prendono l’avvio dai diversi racconti dello scrittore e, al tempo stesso, operare per la riqualificazione architettonica, sociale ed economica del quartiere di San Lorenzo dove l’autore è nato e vissuto.
L’Associazione si prefigge di promuovere e riqualificare l'eccellenza produttiva italiana realizzando una serie di progetti internazionali e creando una sinergia fra soggetti interessati che operano nel settore sociale, culturale, educativo, economico e ambientale.
Pinocchio da considerare come modello del Made in Italy da esportare nel mondo anche attraverso il recupero e la valorizzazione delle botteghe storiche individuando il “Laboratorio di Pinocchio” dove insegnare arti e mestieri, patrimonio della cultura artigianale italiana.
Molti sono i progetti in cantiere e gli eventi culturali in Italia e all’estero, le manifestazioni pubbliche e una serie d’iniziative mirate alla riqualificazione del Quartiere di San Lorenzo affinché lo stesso possa svolgere nel modo migliore le sue complesse funzioni.

Scopo dell’Associazione (ai sensi dell’art. 3 dello Statuto)

  1. lo studio e la promozione de “Le Avventure di Pinocchio” di Carlo Lorenzini;
  2. l’individuazione dei percorsi storici riferiti a “Le Avventure di Pinocchio” di Carlo Lorenzini;
  3. la riqualificazione architettonica, sociale ed economica del quartiere di San Lorenzo di Firenze (dove Carlo Lorenzini è nato) attraverso progetti specifici;
  4. la diffusione e la promozione al livello nazionale e internazionale dell’eccellenza produttiva italiana attraverso la storia di Pinocchio;
  5. la divulgazione della conoscenza di Pinocchio come modello culturale, formativo, economico, urbano e di integrazione da esportare nel mondo;
  6. il recupero e la valorizzazione delle botteghe storiche attraverso la proposta di un “Laboratorio di Pinocchio” dove insegnare le arti e i mestieri tipici della cultura artigianale;
  7. promuovere e favorire la realizzazione del Museo di Pinocchio, da realizzare nel quartiere di San Lorenzo del capoluogo toscano.
     

E, inoltre, l’Associazione può stipulare convenzioni con enti pubblici e privati; svolgere manifestazioni, convegni, dibattiti, mostre, eventi multimediali, corsi, seminari e iniziative culturali; promuovere scambi culturali, viaggi; predisporre pubblicazioni e centri di documentazione; rilasciare riconoscimenti e premi; etc…

 

In sintesi L’Associazione valorizza lo studio e la promozione de “Le Avventure di Pinocchio” di Carlo Lorenzini come modello culturale, formativo, economico, urbano e d’integrazione da esportare nel mondo anche attraverso la diffusione al livello nazionale e internazionale dell’eccellenza produttiva italiana e il recupero e la rivalutazione delle botteghe storiche identificabili nel “Laboratorio di Pinocchio” dove insegnare le arti e i mestieri tipici della cultura artigianale. L’Associazione valorizza con progetti specifici i percorsi storici riferiti a “Le Avventure di Pinocchio” di Carlo Lorenzini e la riqualificazione architettonica, sociale ed economica del quartiere di San Lorenzo di Firenze dove l’autore è nato e vissuto promuovendo altresì la realizzazione del Museo di Pinocchio.

 

Organigramma

Presidente Grand Uff. On Monica Stefania Baldi
Presidente Onorario Marchese Lionardo Ginori Lisci
Vice Presidente Rossana Capitani
Segretario Mirella Pignatelli
Tesoriere Renato Coppola
Consiglieri Fabrizio Guarducci, Vivilla Zampini

Comitato Onore Presidente Marchese Lionardo Ginori Lisci
Bruno Mari (Vice Presidente Giunti Editore), Giuseppe Mascambruno (già Direttore QN La Nazione), Cav. Uff. Maria Letizia Sebastiani (Direttore Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze)

Comitato Istituzionale Presidente Renato Coppola
Andrea Barducci (già Presidente Provincia di Firenze), Sen Rosa Maria Di Giorgi (Vicepresidente del Senato), Eugenio Giani (Presidente Consiglio Regionale della Toscana), Stefano Marmugi (già Presidente Quartiere 1 Comune di Firenze), On Dario Nardella (Sindaco di Firenze), On Riccardo Nencini

Comitato Scientifico Presidente Roberto Maini
Matteo Silvano Cappelletti (Presidente Opera 3 e Amiata Arte), Maia Wellington Gahtan (Direttore Centro Studi LdM e P. Strozzi), Roberto Maini (già Direttore della Biblioteca Marucelliana), Paolo Sabbatini (Direttore dell'Istituto Italiano di Cultura a Praga)
Consulenza Scientifica Speciale Daniela Marcheschi (Presidente dell’Edizione Nazionale delle Opere di Collodi)

Commissione Tecnico-Informatica Monica Stefania Baldi, Barbara Bersellini, Francesca Sessa, Gianni Greco (Direttore Pinocchio Official Museum on-line)

Soci (dal 2010 a oggi) Stefano Angiolini, Viviana Arena, Caterina Balletti, Teresa Becagli, Roberto Calamai, Matteo Silvano Cappelletti, Roberta Cherubini, Mario Cilento, Consorzio del Mercato San Lorenzo, Giovanni Conti, Francesca Conti Turchi, Alessandro Di Pede, Gherardo Filistrucchi Bracco, Antonia Ida Fontana, Maia Wellington Gahtan, Daniela Gattai, Roberto Giacinti, Gianni Greco, Paolo Lapi, Giorgio Leopardi, Andreina Mancini, Gabriele Maselli, Gianfranco Michelini, Giorgio Moretti, Vittorio Orefice, Paolo Penco, Marcello Puliti, Luisa Santiloni, Francesca Sessa, Eraldo Stefani, Franco Torrini, Marcello Zeppi, Paolo Zoppi